logosito.JPG
linea orizzontale.JPG
portfolio.JPG
home.JPG
projects.JPG
PressNews.JPG
title.JPG
HPIM1233.JPGcorpi convento s agostino.JPGmonticiano 1.JPG
dati.JPG




La prima volta che visitai Monticiano rimasi ammirato dalle numerose bellezze architettoniche e paesaggistiche del luogo. All'ingresso del paese ebbi la fortuna di imbattermi in Ruggero (oggi custode e guida turistica del museo di arte sacra)  e grazie a lui riuscii ad avere la possibilità di visitare la Sala Capitolare del Convento di Sant’Agostino con gli splendidi affreschi quattrocenteschi di cui ignoravo l’esistenza.    Ammetto che l’emozione di allora è stata davvero grande e mai avrei pensato che pochi anni dopo sarei riuscito, grazie all’incarico da parte del Comune di Monticiano e insieme all’amico Alberto Bruno, con il quale ho condiviso questa splendida esperienza progettuale, a dare un piccolo contributo alla valorizzazione di questi tesori artistici e architettonici.

La fondazione del Convento di frati Romitani di S. Agostino risale al 1200, ma la costruzione dell'edificio si protrasse fino al 1291, anno in cui il convento e l'annesso cimitero furono consacrati dal Vescovo Ranieri di Volterra.     Il convento, cui successivamente fu aggiunta la chiesa, si trovava in un'area priva di edificazione denominata "il Sodo" ed ubicata all'esterno della cinta muraria del Castello di Monticiano. Per un ulteriore approfondimento sull'evoluzione costruttiva del convento vi rimando ad un articolo realizzato in occasione della presentazione del progetto organizzata dal Comune di Monticiano presso l'auditorium comunale nell'aprile del 2005:




Nicola Valente               Alberto Bruno 
 
      IL CONVENTO DI S. AGOSTINO IN MONTICIANO
 
                       APPUNTI PER UN PROGETTO DI RESTAURO  
E DI RECUPERO  FUNZIONALE

 

Monticiano, aprile 2005

    scarica il file 






   
-----------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Il Comune di Monticiano è da tempo che si è posto l’obiettivo di acquisire le porzioni private del complesso di S. Agostino (che ricordo fu soppresso nel Settecento a seguito delle riforme leopoldine) per curarne il restauro e consentirne la restituzione alle finalità d’interesse pubblico. Questa scelta politica da parte dell’amministrazione comunale è lodevole in un paese come l’Italia che purtroppo ha subito negli ultimi anni la privatizzazione d’importanti beni demaniali.
    I lavori di restauro e di recupero hanno interessato quelle parti dell’antico convento che il Comune ha recentemente acquistato dai privati; in particolare si tratta di due porzioni di fabbricato: quella posta a nord del chiostro (definito corpo “D”, anticamente destinato a granaio, legnaia e ricovero degli animali) e quella costituita da un grande vano ubicato al piano terra, accanto alla Sala Capitolare, che secondo gli storici era adibita a sala del silenzio o refettorio (corpo "A").
     La progettazione di queste parti non poteva non tener conto di alcune ipotesi di prospettiva che prevedono un intervento di recupero dell’intero complesso conventuale (nella speranza che possano realizzarsi in futuro) sulle parti di edificio ancora di proprietà privata. Ne è scaturita un’ipotesi progettuale – illustrata in un progetto preliminare –  che prevede la destinazione di tutto il “corpo A” a funzioni museali: partendo dal piano terra con il pregiato nucleo esistente nella sala Capitolare, curato dalla Compagnia del Beato Antonio Patrizi e arrivando al piano primo con la liberazione dagli appartamenti civili che vi sono stati realizzati nel tempo e il ripristino dello spazio unitario sotto le splendide capriate originarie ancora in un ottimo stato di conservazione. 




sant\'agostino a monticiano 3dsant\'agostino a monticiano aereacorpi convento s agostino.JPGsant\'agostino a monticiano 3dsant\'agostino a monticiano aereasant\'agostino a monticiano foto aereasant\'agostino a monticiano modello 3dsant\'agostino a monticiano 3dsant\'agostino a monticiano aerea
HPIM6704.JPGHPIM6703.JPGHPIM6640.JPGHPIM5589.JPGHPIM6641.JPGHPIM5592.JPGdemolizionidemolizioni2vista%201%20avista%2013dCattura.JPG
HPIM0950.JPGHPIM6635.JPGHPIM6668.JPGHPIM0950.JPGHPIM6597.JPGHPIM1276.JPGHPIM6661.JPGHPIM1271.JPGHPIM6646.JPGHPIM2553.JPGHPIM6657.JPGHPIM2587.JPGHPIM6638.JPGHPIM6058.JPGHPIM6595.JPGHPIM6653.JPGfoto%20monticiano%20047foto%20monticiano%20041part%20Bpart%20Bp%20primo%20sovrappp%20terra%20sovrapp3d%20model2Cattura.JPG
SCARICA LA SCHEDA COMPLETA DEL PROGETTO
aerea.JPG
Create a website